Vai al contenuto principale
Riunioni
Ricerca Ricerca Ricerca Ricerca Ricerca Ricerca
Ricerca
Casa
Villa Yara

I posti migliori dove mangiare a Georgetown

La tua guida ai ristoranti più deliziosi nello storico quartiere di Georgetown a Washington

La tua guida ai ristoranti più deliziosi nello storico quartiere di Georgetown a Washington

Le guglie degli edifici classici della Georgetown University fanno da scenario a DC's quartiere più antico, che attira uno spaccato di visitatori, tra cui studenti universitari preppy amanti dei pastelli, la vecchia guardia di Washington e giovani professionisti che vogliono rilassarsi nei ristoranti sul lungomare del quartiere. I buongustai in cerca di un'ottima cucina scopriranno che in questo fiorente quartiere abbondano opzioni di fascia alta. 

Pranzo sul lungomare

La posizione di Georgetown lungo il fiume Potomac lo rende uno dei posti più belli in cui cenare in tutta DC. Una vista pittoresca del Kennedy Center lungo le rive del fiume accompagna i commensali in ristoranti come Sequoia, Tony & Joe's Seafood Place ed Nick's Riverside Grill, tutti servono deliziosi frutti di mare (e tutti estremamente popolari per gli aperitivi all'aperto in estate).

Fiorella Mare, uno dei locali sul lungomare preferiti dallo chef e ristoratore locale Fabio Trabocchi, continua a fare scalpore con i suoi frutti di mare da morire e la lista di clienti potenti, da Barack Obama, Joe Biden e Oprah Winfrey a un ex James Bond in Pierce Brosnan. Agricoltori Pescatori Fornai (dalle menti dietro il super-popolare agricoltori fondatori) ha anche un indirizzo al porto di Washington. Tutti i loro menu sono fantastici, ma è l'ampio buffet del brunch che attira gli ospiti che chiedono a gran voce prenotazioni per il fine settimana. Fidati di noi: non perderti i panini alla cannella.

Elite Mangiare nei ristoranti dell'hotel

Gli hotel di lusso di Georgetown ospitano alcune delle migliori esperienze epicuree della città. Bistecca Bourbon nel Quattro stagioni presenta le famose bistecche in camicia di burro dello chef Michael Mina, vincitore del premio James Beard; puoi anche ottenere la tua dose di carne rossa da celebrità super-chef Wolfgang Puck's CUT di Wolfgang Puck nel lusso Rosewood Washington, DC La sezione "dal naso alla coda" del menu è all'altezza del suo nome con selezioni tra cui un 40 once. tomahawk ribeye e persino Wagyu giapponese.

C'è anche L'Alex, che è nascosto all'interno di un hotel di fascia alta a Il Graham Georgetown. Chiamato per Alexander Graham Bell, un tempo residente a Georgetown, l'intimo ristorante presenta un'estetica cool "Steam-Punk" guidata dall'artista locale Maggie O'Neill.

Pranzo classico DC

Georgetown è antecedente alla città stessa di 40 anni e mentre i ristoranti di prim'ordine del quartiere non esistono da così tanto tempo, molti dei classici ristoranti di DC da vedere ed essere visti sono concentrati in questo minuscolo codice postale.

Per più di due decenni, i notabili della DC hanno effettuato prenotazioni presso Caffè Milano, un accogliente ristorante che serve cucina italiana della costa meridionale, mentre 1789- un ristorante in una delle classiche case a schiera in stile federale di Georgetown - accoglie clienti illustri con il suo menu tutto americano e decorazioni storiche dal 1960. Taverna di Martino è una tappa obbligata in qualsiasi lista delle icone di Georgetown, fondata nel 1933 e ambientazione della proposta di matrimonio di JFK a Jackie O.

Ristorante Filomena da oltre tre decenni serve pasta fresca fatta a mano (puoi guardare i famosi "Pasta Mamas" del ristorante preparare da zero la festa del giorno) e piatti classici italiani a celebrità e presidenti. La scena dei ristoranti più richiesti include anche Chez Billy Sud, un piccolo scrigno di gioielli di una sala da pranzo che richiede la prenotazione con largo anticipo (grazie alla fan e buongustaia Michelle Obama che l'ha messo sulla mappa). 

Intenditori collegiali

Una persona serve una fetta di torta dall'esposizione di una panetteria, con una varietà di prodotti da forno sotto cupole di vetro allineate su un bancone di marmo in un ambiente accogliente e ben illuminato.

Al forno e cablato

Il sofisticato corpo studentesco di Georgetown ha contribuito a rendere il quartiere un'oasi gourmet con la loro sete di ristoranti deliziosi e alla moda. Troverai eleganti studenti universitari che affollano i bar e gli stand di molti dei ristoranti più alla moda di G-town, tra cui Le Tombe, leggendario hotspot universitario e fonte d'ispirazione per il bar nel film Brat Pack St. Elmo's Fire. Cattura gli studenti che ricevono la loro dose di caffeina Bottiglia Blu in Potomac Street e scopri gli esperti che si godono alcuni dei migliori caffè espresso, cupcakes e una miriade di prodotti da forno della città nel sempre alla moda Al forno e alla griglia.

Date memorabili per il pranzo

Ladurée

Georgetown è piena di amati posti per il pranzo. Se stai cercando un boccone veloce, colpisci Shouk per piatti a base vegetale estremamente deliziosi, Buon cibo (posseduto da Top Chef star Spike Mendelsohn) per hamburger e frappè decadenti, di Stachowski per panini da macellaio fuori dagli schemi o Chiaia per i tacos a base vegetale. C'è anche I famosi involtini di aragosta di Mason, rinomati per la loro interpretazione autentica del classico piatto del New England. 

Georgetown diventa globale

Olivia Macaron gusti fiori di ciliegio

Non è un segreto che Georgetown sia un centro per i francofili grazie alla longevità di luoghi come Chez Billy Sud ed La Chaumière, l'arte delle pasticcerie piace Olivia Macarón, Ladurée ed Boulangerie Christophe e la popolarità dell'annuale Mercato francese


Per prolungare la vostra passeggiata parigina, Brasserie Libertà ha perfezionato l'arte dei brunch e degli happy hour nel patio all'angolo di Prospect Street. Visita La Bonne Vache, o "The Good Cow", per un accessibile hamburger in stile francese (manzo o pesce) creato da Rob Aikens di Il Diplomatico fama. In un tratto tranquillo di P Street, i commensali possono passeggiare aperitivo per un accogliente caffè francese, un pasto rilassato o una serata a base di caviale e champagne. Per un'esperienza più esclusiva, avventurati al secondo piano della dimora storica per provare la controparte “eccentrica” dell'Apéro La Bohème

La scena dei ristoranti di Georgetown ha offerte incredibili per trasportarti anche oltre la métropole. A Villa Yara, assaggia la colorata mezzaluna libanese e i cocktail in un'oasi altrettanto squisita nel patio, completa di fontana funzionante e piastrelle a motivi geometrici. Se sei alla ricerca di un altro tesoro nascosto, tuffati in Cady's Alley per Kyōjin, dove ogni offerta di sushi è una piccola opera d'arte.

Da Richard Sandoval El Centro DF, prova l'autentica cucina messicana (e i mezcal!). Il sovrano, della leggenda locale della birra Greg Engert, si concentra su cibi e bevande belgi serviti in una sala da pranzo taverna-chic (vedi i lampadari con teste di cervo in ottone).

esterno della sovrana: doppie porte rosso vivo e pochi gradini con facciata azzurra

Il Sovrano © Leading DC

Kafè Leopold + Konditorei serve anche piatti sofisticati e cocktail creativi che rappresentano un buon inizio per una lunga notte in città, evocando il meglio di un caffè viennese. Scopri il bancone della pasticceria con dolci come il Kaiserschmarrn mit Zwetschkenröster, una frittella con composta di prugne e ribes.

Vieni "da questa parte, habibis" secondo il segno, a GIALLO, un locale levantino che ha avuto un tale successo che ora offre anche il servizio cena. Scegli tra uno zaatar e un croissant labne, un baklava latte, un panino pita o una "(non) pizza". Proprio in fondo alla strada c'è il Canale, se desideri confrontare una pizza in stile napoletano.