Vai al contenuto principale
Casa

MAPPA IT

icona mappa icona di chiusura
Edificio esterno della National Portrait Gallery

La Capitale dei Musei Gratuiti



Prenota la tua prossima vacanza nella capitale della nazione e visita questi musei unici nel distretto, gratuitamente

Quando si pianifica una vacanza, Washington, DC dovrebbe essere in cima alla lista. Le offerte di capitale della nazione più di 100 cose gratis da fare, ma non dovrebbe sorprendere che i musei siano alcune delle attrazioni più popolari.

 

Abbiamo approfondito nei dettagli quattro dei musei più famosi della città (incluso uno dedicato agli animali viventi), nessuno dei quali è a pagamento.

Ingresso allo zoo nazionale

Lo zoo nazionale dello Smithsonian

Nel cuore della capitale della nazione vive un portale per la fauna selvatica di tutto il mondo. Lo Smithsonian's National Zoo offre un'esperienza diretta e adatta alle famiglie attraverso un parco urbano di 163 acri nel quartiere di Woodley Park, brulicante di circa 2,700 animali che rappresentano più di 390 specie.

 

Lo zoo è anche collegato allo Smithsonian Conservation Biology Institute (una struttura non pubblica situata a Front Royal, in Virginia), uno sforzo globale per conservare le specie e formare futuri ambientalisti. Questa attenzione alla conservazione degli animali in via di estinzione si estende allo zoo, poiché un quinto delle specie esposte rientra in questa categoria.

Di fronte all'orlo: la conservazione vince allo zoo nazionale

La nostra storia

La storia dello zoo di Washington inizia nel 1886, con la fondazione del Dipartimento degli animali viventi del Museo Nazionale. Nel 1889, un atto del Congresso creò ufficialmente lo zoo, con piani supervisionati dal segretario dello Smithsonian Samuel Langley, dall'ambientalista William Temple Hornaday e dall'architetto paesaggista Frederick Law Olmsted, che progettò i terreni del Campidoglio degli Stati Uniti.

Il trio ha creato sia una destinazione pubblica per gli amanti degli animali che un rifugio per la fauna selvatica sotto attacco in Nord America.

 

Negli anni '1960, lo zoo era passato dall'esporre una piccola collezione di specie animali esotiche a diventare una grande forza per la conservazione, poiché i suoi sforzi si concentravano più intensamente sull'allevamento e lo studio delle specie in via di estinzione e sulla fornitura di assistenza sanitaria professionale ai suoi abitanti. Nel 1958, lo zoo assunse il suo primo veterinario a tempo pieno. Nel 1975 fu fondato il Conservation and Research Center, che ora è noto come il già citato Smithsonian Conversation Biology Institute.

 

Experience

Visita lo zoo nazionale oggi  (Passi sono obbligatori) e preparati ad essere abbagliato in questa oasi di meraviglie animali. Con 18 aree distinte da esplorare, assicurati di indossare le tue migliori scarpe da passeggio. L'habitat del panda gigante è un'attrazione notevole per lo zoo, dove risiede l'amata coppia di Mei Xiang (femmina adulta) e Tian Tian (maschio adulto).

 

Mei Xiang, avendo già dato alla luce tre cuccioli sopravvissuti, ha dato alla luce un bambino di nome Xiao Qi Ji. Seguici guardando gli zoo cam panda.

 

Assicurati di visitare Elephant Trails, dove puoi osservare gli elefanti asiatici in uno spazio all'aperto di due acri. La Small Mammal House è un vero e proprio spettacolo di varietà di specie; i tamarini leoni dorati vivono qui, così come i lemuri, i suricati, le volpi, i furetti, le manguste e gli armadilli. La Great Ape House ospita gorilla e oranghi e potresti vedere questi ultimi oscillare sulla O Line, una funivia sospesa alta 50 piedi che si estende al di fuori dell'habitat. Il Reptile Discovery Center farà meravigliare i bambini davanti a cobra reali, serpenti a sonagli, tartarughe, coccodrilli e mostri di gila; una mostra del drago di Komodo si trova anche proprio dietro l'edificio. Ci sono anche leoni, tigri, orsi, bisonti... potremmo andare avanti. Dovresti semplicemente andare avanti e inizia a pianificare il tuo percorso.

 

Parola del pianeta

L' museo gratuito mette in evidenza l'incredibile potere del linguaggio attraverso mostre interattive e installazioni a tema verbale. Planet Word è il primo museo al mondo ad attivazione vocale, una conquista tecnologica che mira a ispirare l'amore per l'alfabetizzazione attraverso una lente multiculturale.

 

In tante parole...

 

  • Situato a 925 13th Street NW nell'edificio della Franklin School, una delle prime scuole pubbliche di DC
  • Il sito della prima trasmissione vocale wireless al mondo, condotta da Alexander Graham Bell nel 1880
  • Un importante restauro ha rivitalizzato la Sala Grande, replicando gli affreschi originali e gli scaloni d'onore

 

 

Leggi di più sulle cose da fare gratis

Cose da fare gratis: musei a Washington, DC

Scopri perché DC è la capitale dei musei gratuiti e delle mostre interattive...

La capitale delle cose da fare gratis

Risparmia sulla tua prossima vacanza visitando una capitale con monu...

Cose da fare gratis: Autunno a Washington, DC

Poiché le foglie cambiano colore questo autunno, è tempo di esplorare alcuni dei D...

Cose da fare gratis: il meglio di Washington, DC

Scopri le migliori esperienze gratuite, attrazioni e cose da fare a...

Cose da fare gratis: per famiglie

Experience

Il museo all'avanguardia si distingue immediatamente per le sue straordinarie capacità interattive. Come visitatore, dai vita all'edificio interagendo con la parola scritta e la lingua parlata, creando un'esperienza unica nel distretto. Una parola per i saggi: mentre Planet Word non fa pagare l'ammissione, le donazioni sono incoraggiate.

 

Il salice parlante, la prima installazione permanente a Washington dell'artista pionieristico Rafael Lozano-Hemmer, accoglie gli ospiti in centinaia di lingue mentre attraversano i suoi rami. La coinvolgente scultura in metallo progettata per assomigliare a un salice piangente presenta 364 altoparlanti individuali e 3.6 miglia di cavo Ethernet.

 

esposizioni

Il piano superiore di Planet Word è composto da tre mostre, tra cui Prime parole, che esamina come impariamo la nostra prima lingua. Il mondo parlato ti stupirà con la diversità delle lingue in tutto il mondo attraverso parlanti e firmatari di 31 lingue native. Il muro parlante alto 22 piedi Da dove vengono le parole? esamina la lingua inglese e le origini di molte parole di uso comune.
 

Il piano intermedio del museo è forse il più avventuroso. Puoi mettere alla prova le tue capacità di parlare in pubblico, usare le parole per trasformare il colore nella stanza intorno a te, sfogliare una biblioteca magica (e stanza segreta) piena di segreti letterari, in cui alcuni libri che puoi mettere sul tavolo "prendere vita" con immagini digitali. Puoi anche cantare una canzone iconica in stile karaoke ed entrare in una galleria umoristica per determinare il membro più divertente del tuo equipaggio. Al piano inferiore, il Le parole contano mostra offre una cabina di registrazione che ti accoglie per condividere una storia di come le parole hanno cambiato la tua vita. Puoi anche ascoltare storie di altri in tutto il mondo. sono venduto! mostra come gli inserzionisti usano il linguaggio per influenzare i consumatori e ti chiede di creare la tua copia.

La tua visita non è completa finché non dai un'occhiata al Portale degli studi condivisi di Planet Word, che è dotato di tecnologia audiovisiva che ti consente di conversare e interagire con cittadini di tutto il mondo come se fossi nella stessa stanza. Planet Word e Shared Studios hanno anche collaborato all'iniziativa DIVERCITIES, che collegherà i locali della DC a conversazioni moderate con poeti, artisti, giornalisti e attivisti di tutto il mondo.

Il Pianeta Parola ha riaperto! Per maggiori informazioni su biglietti, orari e programmazione degli eventi, visita il museo's sito web.

 

Museo nazionale di storia e cultura afroamericana sul National Mall con Washington Monument

Alan Karchmer

Museo nazionale Smithsonian di storia e cultura afroamericana

Quando questo museo di riferimento aperto, la capitale della nazione ha aggiunto un'altra meraviglia architettonica al National Mall. Progettato dal famoso David Adjaye, l'esterno è uno schermo color bronzo a tre livelli magistralmente realizzato, con un reticolo che rende omaggio all'intricata lavorazione del ferro forgiata dagli schiavi afroamericani nel sud degli Stati Uniti. Prima di entrare, ti rendi conto che ti aspetta una storia sorprendente ed essenziale. Il museo ospita la storia afroamericana, che per molti versi è la storia dell'America stessa.

Highlights

La nostra storia

Inaugurato il 24 settembre 2016 dopo quasi un secolo di pressioni per una tale struttura, il museo è diventato il principale centro per la storia nera negli Stati Uniti, con circa 3,500 manufatti in mostra.

 

Nel 1915, i veterani dell'Esercito dell'Unione Nera si riunirono a Washington per una riunione. Questi uomini, che hanno combattuto per mantenere un paese che aveva schiavizzato loro ei loro antenati, subivano ancora violente discriminazioni.

A loro volta, i veterani hanno formato un comitato per costruire un memoriale per i successi degli afroamericani. Nel 1929, il presidente Herbert Hoover aveva nominato la propria commissione incaricata di costruire un memoriale nazionale, ma il Congresso non sostenne il progetto e la raccolta fondi privata non ebbe successo.

 

Dibattiti burocratici e legislativi infuriarono per decenni; il leggendario rappresentante John Lewis e il rappresentante Mickey Leland hanno introdotto per la prima volta la legislazione per un museo di storia afroamericano autonomo sotto la Smithsonian Institution nel 1989, ma solo il 19 novembre 2003 la Camera dei rappresentanti ha approvato ufficialmente il Museo nazionale di storia afroamericana e Culture Act, che è stato poi firmato in legge il 16 dicembre. Da lì, sono trascorsi altri 13 anni prima dell'apertura ufficiale del museo, con concorsi di ubicazione e progettazione, modifiche architettoniche e vaste costruzioni per il museo a quattro livelli che hanno giocato un ruolo importante. Tuttavia, all'apertura delle sue porte, il museo ha riscontrato un incredibile interesse, con 600,000 persone in visita nei suoi primi tre mesi, il che ha spinto la necessità di pass a tempo per entrare nell'attrazione immensamente popolare.

 

Experience

La navigazione dell'intero museo non può essere effettuata in una sola visita. L'ampiezza delle sue mostre è davvero sorprendente, poiché il museo dipinge un quadro vivido di 500 anni di esperienza. Concediti del tempo per il conforto e la contemplazione mentre ti fai strada.

 

Un'area del museo, infatti, è stata realizzata appositamente per questo atto: la Corte Contemplativa. Questa camera è situata in modo da accogliervi subito dopo aver incontrato il Schiavitù e libertà mostra, una sezione particolarmente illuminante che saprà suscitare emozioni. La mostra utilizza resoconti in prima persona e straordinari manufatti storici. Ripercorrerai la schiavitù dall'Africa e dall'Europa del XV secolo fino alla guerra civile e alla ricostruzione negli Stati Uniti. Questa storia vitale sottolinea che la schiavitù e la libertà americane sono profondamente intrecciate e che la storia della schiavitù è in effetti una storia condivisa che risiede al centro della politica, dell'economia e della vita quotidiana del paese.

 

Difendere la libertà, Definire la libertà e Un'America che cambia sono anche rivelatori. Il primo copre l'era della segregazione e l'inizio del movimento per i diritti civili, evidenziando la lotta che i neri americani hanno affrontato e vinto per stabilire un'identità culturale e le proprie comunità. Quest'ultimo va dal 1968 fino ad oggi, coprendo tutto, dall'assassinio di Martin Luther King, Jr. ai due mandati di Barack Obama come presidente, passando dalle Black Panthers a #BlackLivesMatter.

 

Il crocevia musicale mostra è un'accattivante capsula di musica nera. Nel campionare e conoscere una vasta gamma di generi, dal jazz al soul all'hip-hop, imparerai come i musicisti neri hanno dato vita a nuove forme di espressione che hanno acceso una candela per la libertà, la giustizia e il cambiamento. Sport: livellare il campo di gioco mette in mostra i contributi che gli afroamericani hanno dato sia dentro che fuori dal campo in una lotta costante per l'uguaglianza e il riconoscimento. Da Jackie Robinson agli olimpionici alle superstar della NFL, la mostra getta un'ampia rete.

 

Per ulteriori informazioni sulla visita dello Smithsonian National Museum of African American History and Culture, inclusi orari, pass a tempo, mostre e manufatti, visita il museo sito web. Puoi anche dare un'occhiata la nostra guida per visitare il museo.

 

Galleria Nazionale d'Arte

Lo status di DC come un faro di creatività artistica inizia con il Galleria Nazionale d'Arte. Composto da due edifici, un giardino di sculture e una pista di pattinaggio, il campus è un documento d'arte completo e vivente in numerosi paesi ed epoche storiche. La sua collezione ammonta a circa 150,000 dipinti, disegni, sculture, fotografie e altre forme di media, che risalgono al Medioevo.

 

La più completa di una collezione che troverai in qualsiasi parte del mondo, la Galleria presenta un chi è chi di artisti potenti: Da Vinci, Van Gogh, Cézanne, Renoir, Cassatt, Picasso, Dalí, Rothko, Pollock, Warhol, O'Keeffe .

edificio ovest

L'esplorazione del West Building è ancora rivelatrice e commovente di un'esperienza museale come esiste negli Stati Uniti. Migliaia di opere essenziali, organizzate per periodo e origine nazionale, sono disposte in gallerie spettacolari e complete su due piani di spazio espositivo. Il piano principale presenta dipinti e sculture europee che risalgono al 13° secolo, oltre all'arte seminale americana. Al piano terra, ammira le opere di maestri essenziali come Manet, Renoir, Cézanne e Da Vinci, così come l'arte decorativa, le stampe e i disegni. L'ampio negozio di articoli da regalo del museo, anch'esso situato al piano terra, merita una visita, poiché le sue offerte consentono un tuffo ancora più profondo nell'affascinante storia e nell'evoluzione dell'arte.

East Building

Il magico East Building di IM Pei è uno spettacolo ancora più grandioso dopo la sua revisione negli anni 2010. Due gallerie della torre illuminate dal cielo e due scale collegano tutti i livelli del museo. La terrazza sul tetto consente uno sguardo riflessivo su Constitution Avenue e offre il suggestivo Hahn / Cock scultura di Katherine Fritsch, un gallo blu abbagliante alto 15 piedi. All'interno vi aspettano più di 500 opere d'arte di tendenza, tra cui pezzi di Alexander Calder, Barbara Kruger, Jasper Johns, Pablo Picasso e Mark Rothko. L'ala dal design elegante contrasta con le Beaux Arts e l'architettura classica in tutta DC, rappresentando un viaggio nelle gamme esterne dello spettro artistico.

 

Collegare gli edifici ovest e est è l'incredibile di Leo Villareal Multiverse installazione. Più di 41,000 nodi LED illuminano lo spazio di 200 piedi, creando configurazioni astratte che illuminano letteralmente la tua strada mentre ti dirigi da un edificio all'altro attraverso l'atrio sotterraneo. Il viaggio rappresenta anche una trasformazione metaforica del museo; stai viaggiando avanti o indietro nel tempo nella collezione della Galleria, a seconda dell'edificio da cui parti.

 

La National Gallery of Art presenta regolarmente mostre temporanee che mettono in risalto artisti distintivi in ​​una vasta gamma di mezzi. Dai maestri rinascimentali alle meraviglie moderne, potrai ammirare creazioni che avanzano e sfidano forma e struttura. Assicurati di dare un'occhiata al museo mostre e installazioni in corso mentre pianifichi una visita.

 

Per ulteriori informazioni sulla Galleria Nazionale d'Arte, visita il suo sito web e controlla i nostri guida al museo. Consigliamo anche di visionare il nostro sguardo fotocentrico all'East Building riprogettato.

 

Contenuto del partner